Follow:
Browsing Tag:

musei

    Esperienze

    Immersi nel blu, gita all’Acquario di Genova

    Con il naso sul vetroMi ricordo ancora quando sono andata con i miei bimbi all’Acquario di Genova e nonostante fossero davvero piccoli se lo ricordano bene anche loro, anche se forse Damiano è aiutato dai ricordi e dai racconti del fratello. Avevamo letto che era uno degli acquari più belli del mondo e tra i più grandi, ma ha decisamente superato ogni aspettativa.

    Abbiamo approfittato di un giorno nuvoloso di vacanza in Liguria per organizzare una giornata di gita con il treno, che già da solo si sa che ha un fascino tutto particolare per i bambini. Abbiamo raggiunto a piedi il porto con una passeggiata tranquilla e con sosta in un bel parco giochi: avevamo calcolato di metterci molto di più così siamo arrivati fin troppo in anticipo all’apertura!!!! meduseTra l’altro data la mia allergia cronica alla fila e per evitare ai bimbi di annoiarsi e stancarsi troppo, ho acquistato direttamente i biglietti online, che trovo sia una delle opportunità più furbe che mettono a disposizione ormai molti musei e, soprattutto per le famiglie con bimbi piccoli, è una comodità unica!

    La prima cosa che abbiamo incontrato sul nostro percorso sono state le meduse e ci siamo fermati mezz’ora solo lì: sono ipnotizzanti e fanno perdere la cognizione del tempo, infatti i bimbi sono rimasti tutto il tempo con il naso incollato al vetro seguendo i loro movimenti. I pesci tropicali coloratissimi hanno attirato nuovamente la meraviglia dei bimbi e poi i cavallucci e poi..insomma avete capito, è stato un “ooohh” e un “wow” dopo l’altro. Ci sono incontri che ancora mi raccontano con entusiasmo:

    • la vasca dei piranha, di cui avevano sentito storie paurose;Piranha
    • i terrari con i rettili e i camaleonti;Camaleonte
    • i pinguini che corrono ovunque, in particolare ne avevano notato uno che continuava a cadere e correre eccitato, come un bimbo che gioca con ogni oggetto che trova;Pinguini
    • Pinguino
    • la vasca delle razze, talmente vicine che si riescono a toccare, anche se gli ho spiegato di non farlo per rispetto.Vasca delle razze

    E ora abbiamo scoperto che ci sono anche dei nuovi cuccioli che si possono vedere da vicino con le loro mamme, come Baffo, il cucciolo di foca nato a luglio che ha avuto il suo battesimo pochi giorni fa; c’è un percorso studiato proprio per i bimbi più piccoli per vedere come questi cuccioli si comportino proprio come tutti i bambini, giocando e divertendosi con la propria mamma.
    codice-voucher-acquarioMa le sorprese non finiscono qua: anche per i più grandi c’è una bellissima iniziativa (in realtà passerei volentieri per una tredicenne per poterla vivere anche io). Di cosa si tratta? Una notte da passare all’interno dell’acquario con tanti altri bambini, che meraviglia!!

    Riguardando le foto ci è venuta una gran voglia di tornare a vedere le novità, e approfitterò del codice sconto. Se vi è venuta voglia di andare potete utilizzarlo anche voi, se no..vi perderete una meravigliosa occasione!!

     

     

    Incantato dai pesci tropicali
    Meduse bianche

    Pesci pagliaccio e anemoni

    che meraviglia

    Napoleone versus Damiano

    Pesce Pappagallo

    pappagalli

    Queste sono solo alcune delle foto realizzate e ho dovuto sudare per sceglierle, penso che un’idea della bellezza dell’Acquario di Genova ve la siate fatta!

    Buona visita, e se volete aggregarvi a noi, fate uno squillo!! 😉

     

     

     

    Share:
    Educazione, Viaggi

    Il Museo Da Vinci di Milano

    Le vacanze unnamed (11)invernali sono decisamente lunghe (da mamma di tre figli mi esimo dal dare una qualsiasi connotazione a quest’ultima parola!!!), e con le bellissime giornate di questo nuovo gennaio non si può certo rimanere rintanati in casa (sob! sob!) davanti al camino, con un libro in mano e una tazza di tisana fumante!!!!

    A parte gli scherzi, quella di casa che vuole sempre andare in giro sono io, quindi accantoniamo la poesia e iniziamo a raccontare!!!!

    Read more

    Share:
    Viaggi

    Al museo della treccia

    Il museo della treccia di VillarottaCome vi avevo accennato in un precedente post, vi racconto la gita scolastica al Museo del Truciolo di Villarotta (Reggio Emilia). Una bella esperienza per riscoprire tradizioni e mestieri antichi. Il museo è allestito in una vecchia chiavica restaurata dove sono state raccolte le macchine e le varie attrezzature per la lavorazione del truciolo e della treccia. Il mestiere è antico. Le nonne raccontano ancora che da piccole rimanevano chine per ore e ore ad intrecciare “le paglie”. Ne ricavavano nastri lunghissimi che poi venivano “stirati” in mezzo a due rudimentali rotelle di legno, ordinate in matasse lunghe un metro e poi consegnate per cucire cappelli: i cappelli di legno.

    Sì, perchè a differenza di molte altri parti in Italia, nella nostra zona “la paglia” da intrecciare è ricavata dal pioppo, che nelle golene del Po cresce facilmente ed ha caratteristiche ideali per ricavarne i trucioli robusti e ottimi da lavorare. Read more

    Share:
    Viaggi

    Al museo delle acque

    ingresso museo 2Quando si tratta di musei tendo sempre a pensare a ore di viaggi per raggiungere il castello rinomato o la mostra pubblicizzata, ma anche il nostro territorio offre molte possibilità, con il vantaggio di non dover stare ore in macchina o treno, che con dei bimbi al seguito è un lato molto positivo, ed è un bel modo per passare qualche ora. Vi faccio vedere la nostra gita fuori porta, visto che “il museo multimediale della Bonifica” si trova a Boretto (RE), a ben 15 Km da casa mia. Dimenticavo, l’ingresso è gratuito. Read more

    Share:
    Viaggi

    Il giardino dei Tarocchi

    2014-08-12-14.48.10Questo è uno di quei posti che pensi non possano esistere se non nei Parchi Divertimento per bambini e che invece scopri quasi per caso e con un pò di fortuna vagando nell’entroterra della Toscana. A dire il vero un minimo di coordinate le avevamo: sapevamo infatti che il giardino dei Tarocchi era situato nei pressi di Capalbio, in Toscana, ideato dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle, popolato di statue ispirate alle figure degli arcani maggiori dei tarocchi ed ispirate al genio di Gaudì.

    Read more

    Share:

Commenti recenti