Follow:
Browsing Category:

Collaborazioni

    Collaborazioni, Educazione

    Televisione: salvezza o male assoluto

    televisione e bambiniHo sempre pensato che i miei figli non avrebbero guardato la televisione o comunque avrebbero avuto orari fissi molto rigidi, massimo 2 ore al giorno per qualsiasi dispositivo con schermo e tante altre bellissime idee così.. poi sono diventata mamma.. di tre!
    Ho provato a tenere il punto con il primo, ma arrivato il secondo già ho iniziato a vacillare e poi con la terza è crollato tutto e sono capitolata definitivamente!

    Ma siamo sicure che la televisione sia il male assoluto?!?

    Quando nel momento in cui metti piede in bagno senti nella stanza di fianco le urla diaboliche del primogenito che incita la sorella a lanciarsi dal punto più alto del divano come fosse Tania Cagnotto, sopra al secondogenito, che dovrebbe fungere da cuscino.. no dai la situazione non è sempre così.. a volte è pure più tragica. Allora mi pongo qualche domanda e provo a riconsiderare le mie profonde convinzioni e rigide basi educative. Conclusione: quando vedo che i dolci pargoli diventano un po’ agitati e troppo fisici, risolvo mettendoli seduti davanti allo schermo di un bel Panasonic LED TV.
    Come per tutto la giusta misura e il corretto uso fa la differenza, con delle regole ben definite può diventare non solo la baby sitter che ti permette di avere quei momenti di tranquillità per poter cucinare la cena, ma può anche essere un ottimo strumento educativo.

    Come far diventare la televisione la nostra alleata?

    Intanto mettete in chiaro subito tutte le regole con i figli, magari stilando un elenco di regole studiate insieme come promemoria e se crederanno che siano farina del loro sacco le rispetteranno più volentieri, quindi giocate d’astuzia.
    Cosa segnare nell’elenco:

    • il tempo massimo giornaliero, magari mettendo loro a disposizione un cronometro;
    • una lista dei canali permessi;
    • una lista dei programmi banditi;
    • naturalmente annotate anche le conseguenze,  se verranno disattese.

    Nella nostra lista abbiamo aggiunto anche la visione ogni settimana di un film o un cartone a scelta in lingua originale, di solito scegliamo qualcosa che abbiano già visto così conoscono già la trama e il senso delle frasi che sentono e possono famigliarizzare con il suono di un’altra lingua.

    Naturalmente ci sono tantissimi programmi educativi a disposizione sia su youtube che sui vai canali televisivi, da selezionare in base all’età e agli interessi dei bimbi.
    Sebastiano adora fin da piccolissimo Ulisse e Alberto Angela, così come i programmi di informazione scientifica come Leonardo (su Rai3), che dura pochi minuti ma è semplice e molto chiaro, interessante già dai 6/7 anni di età.
    Per i piccoli artisti c’è Art Attack, sempre fonte di ispirazione per i miei bimbi, naturalmente evitatelo se non avete voglia di creare/pasticciare con loro, perchè dopo ogni episodio partiranno con gli attacchi d’arte e produzioni industriali di cianfrusaglie opere d’arte.
    A Caterina invece è sempre piaciuta molto Dora l’esploratrice, che ha parti in lingua inglese, musiche e balli.

    E voi, cosa ne pensate? Avete programmi da consigliarci?

    Share:
    Collaborazioni

    LA MAISON DEI PICCOLI, un micronido a misura di bimbo a Parma

    Siamo molto felici di ospitare Michela Santi de La Maison dei piccoli, per diversi motivi: è una nostra conterranea ed è una giovane donna che con una buona dose di coraggio è riuscita a realizzare un suo sogno, un’attività tutta dedicata e rivolta ai piccoli. L’abbiamo intervistata per voi, per dare voce alla sua esperienza che a noi è piaciuta tantissimo e che ci fa pensare, ancora una volta, che se si vuole qualcosa con forza e determinazione il risultato si può raggiungere. E’ questo che vorremmo insegnare anche ai nostri figli, di avere il coraggio e la grinta di credere nei propri sogni, anche quando sembrano faticosi e difficili da poter realizzare. Se vi abbiamo incuriosito a sufficienza, non dovete fare altro che leggere!

    Read more

    Share:
    Collaborazioni, CookLab

    Zuppa di cicerchie Emilia per l’Umbria

    cicerchieIo amo le zuppe, tanto quanto ho odiato il minestrone da piccola, quella minestra che mamma ci propinava perché faceva bene e per educazione si doveva finire tutta oppure a letto, e poi perché i bimbi muoiono di fame (ma il minestrone se vogliono glielo porto pure a piedi eh)..vabbé trasgressione a parte..

    Io amo le zuppe!!  Read more

    Share:
    Collaborazioni, Esperienze

    Uno scrapbook per imparare la protezione della pelle

    skinTeamDigitalCaterinaAmo fare le foto (farle, non farmele fare 😉 ) e amo creare dei libri con le immagini più belle da poter regalare alle nonne e alle bisnonne: dopotutto quale regalo più bello che avere i propri nipoti sempre vicino e poterli mostrare alle amiche con orgoglio!???
    Ecco perché quando ho scoperto questa iniziativa sono andata subito a curiosare!

    Di quale iniziativa parlo?

    Read more

    Share:
    Collaborazioni

    UP2GO, il car pooling di comunità

    UP2GO logoLo sapete che cos’è il car pooling? E sapete che c’è un gruppo di donne fantastiche che ha pensato a come semplificare la vita del pendolare? Considerando che riducendo il traffico migliora anche l’aria della città, cosa volere di più!! Dopotutto delle donne insieme non possono che partorire grandi idee!!

    Leggete cosa hanno pensato:

    UP2GO: il car pooling di comunità che ti semplifica la vita

    Read more

    Share:
    Collaborazioni

    Una stupenda collana…da leggere!

    imageAdoro leggere! Naturalmente prima dei figli leggevo molto di più, perché poi il tempo viene riorganizzato e risucchiato dai bisogno dei piccoli. Per qualche anno gli unici libri che avevo il tempo di leggere erano quelli per i miei bimbi, quindi a rotazione c’era quello preferito che leggevamo e rileggevamo all’infinito, tanto che le frasi le finivano loro.. (naturalmente il tutto triplicato per tre bimbi).

    Ma anche i bimbi crescono e imparano a leggere. Così oltre a trovare un po’ più di tempo per le proprie letture, ci può essere la piacevole conseguenza di trasmettere il bel “vizio” ai figli.

    Per ora i figli autoleggenti sono due e così come sono molto differenti di carattere, tanto hanno gusti molto differenti nella lettura: mentre Sebastiano predilige letture più impegnate tipo saggi di scienza, storia o geografia, Damiano ama soprattutto i libri di avventura e i romanzi.

    Read more

    Share:
    Collaborazioni

    Mamma che sposa!

    GiadaMammaCheVitaOggi è un giorno speciale per una mamma blogger, anzi un’amica blogger!

    Oggi si sposa Giada di mammachevita!

    Visto che è impossibile per noi riuscire a partecipare di persona alla cerimonia, vogliamo farle uno specialissimo augurio. Ha già una famiglia fantastica con due bimbi splendidi e questo giorno sarà sicuramente una bella cornice!

    E’ vero che non possiamo essere lì, ma visto che lei è una mamma avanti anni luce ha organizzato tutto per poterla seguire attraverso tutti i social: Facebook, Twitter, Periscope e Instagram. Quindi se volete seguirla anche voi cercatela con il suo account Mammachevita e i suoi hashtag: #mammachewedding  #giadaesalvoday. Naturalmente seguitela anche sul suo sito mammachevita.

    AUGURI GIADA!!

    firma_Sara e firma_Monica

    Share:

Commenti recenti