Follow:
Browsing Tag:

hobby

    Esperienze

    C’è posta per te

    c'è posta per te

    Mai titolo di una trasmissione televisiva o di film fu più azzeccato, per rievocare in me il senso dell’attesa che nasceva dalla corrispondenza epistolare. Certo il programma della Maria nazionale non si concentra tanto sul significato della consegna della lettera, quanto su altre note emotive e su altri canali comunicativi ben più impattanti di una semplice carta scritta e imbucata o consegnata nelle mani di un ignaro destinatario. Così come nel remake “C’è posta per te” del più datato film “Scrivimi fermo posta” del 1940, dove viene sostituita la carta stampata dalle email che si scambiano Tom Hanks e Meg Ryan (film che adoro!!!!).

    Tuttavia il concetto rimane il medesimo: l’attesa, l’incanto, la curiosità. E comunque più in generale qualcosa che è pensato, dedicato e indirizzato proprio a te.

    LA SCRITTURA, QUESTA INCREDIBILE CALAMITA

    Le corrispondenze epistolari hanno il potere di incatenarmi, di catturarmi, di proiettarmi in una dimensione onirica, che si svolgano in un film o in un libro, l’effetto è sempre lo stesso: il cuore inizia a battere forte, sale l’adrenalina, parte l’immedesimazione e un inaspettato flashback mi riporta indietro nel tempo, quando scrivevo alla mia amica di penna, quella che ti davano forzatamente alle elementari e tu nemmeno sapevi che farci, con la penna ma anche con quella persona. Perché le amicizie sono una cosa seria, non si diventa amici così, a caso, solo scrivendosi. Ma è pur vero che l’amicizia può rinforzarsi tanto prendendosene cura anche con la scrittura!

    A quel tempo il potere della scrittura non lo conoscevo, era solo un esercizio grammaticale, una scelta stilistica, un modo per tenersi in allenamento. Se ripenso a quella amica di penna, in verità di cose ce ne siamo dette, ma il potenziale che aveva la scrittura non lo abbiamo mai usato fino in fondo, non ci siamo date il tempo di scoprirlo. E’ stato un qualcosa che è iniziato più per esercizio di stile, che per scelta consapevole, e così come è arrivata nella mia vita, ne è scivolata improvvisamente fuori. L’amica di penna, non certamente la scrittura.
    Ma forse perchè già da allora qualcosa alla scrittura mi legava.

    Ogni volta che leggevo di corrispondenze tra personaggi di libri, o guardavo film che parlavano di questo, ossia di un rapporto di “penna” (su carta o tramite computer) tra persone, mi sentivo non solo parte di quella storia, ma di fatto una protagonista, nel senso che avrei voluto proprio interpretare quel ruolo, la persona che riceveva quelle attenzioni!

    C’E’ POSTA PER ME?

    L’eccitazione dell’attesa, aspettare di ricevere una risposta alla lettera spedita, pensare a cosa potrei trovare nella carta da lettere in arrivo, è un misto di ansia e gioia insieme. Non è tanto il contenuto, ma più l’idea di quello che vorrei trovarci dentro.
    Oggi quell’attesa è nostalgia, mi manca la carta scritta, mi manca aspettare il postino per verificare che possa portare qualcosa per me di diverso da bollette, estratti conto e pubblicità. Mi manca trovare la scrittura a penna di un indirizzo, di un mittente.

    Vorrei trovare ancora qualche lettera nella posta, di quelle che annusi quando arrivano, le rigiri nelle mani per capire da chi siano state mandate, ne soppesi la consistenza per capire quante parole potranno mai contenere, quelle che vorresti scartare subito ma anche trattenerle per allungare la magia.
    Sì perché era una bella magia… lo è sempre quando qualcuno prende il suo tempo e lo usa per pensarti e per donarti una parte di sé traducendola in parole su carta.
    Sono una nostalgica. Lo so. E forse anche un po’ romantica.

    Insomma sto inesorabilmente invecchiando….

    Share:
    Esperienze

    Obiettivo runner…raggiunto!

    Runner….che parolona! Non mi sono mai definita una runner, perchè ho sempre considerato questa parola troppo pretenziosa, troppo importante per me, che ho iniziato a correre più per amicizia che per passione, più per convincimento (altrui) che per libera scelta! Quando gli amici mi vedevano macinare chilometri camminando a piedi in giro per il paesello, mi dicevano che era ora di iniziare a correre, che sarebbe stato divertente, che era il passaggio immediatamente successivo al camminare, che non avrei avuto difficoltà. E invece io non ho mai amato la corsa, pur essendo una sportiva, perchè ci sono sport che so non appartenermi. Ho iniziato a correre per scherzo, ma come faccio sempre quando inizio qualcosa, mi sono data un obiettivo, perchè poi le cose le prendo seriamente!!!!!

    Read more

    Share:
    Esperienze

    Lasciar crescere significa anche permettere che… giochi a calcio

    Franz e il calcio

    Diciamocelo: i figli devono crescere e poter fare autonomamente le proprie scelte sportive, seguire il palpito del loro cuore e poco importa quale sport sceglieranno, perchè tanto sarà esattamente l’opposto di quello che desidereresti. E non tanto perchè vorresti che la scelta ricadesse sullo sport che hai fatto tu alla loro età o quello che ancora adesso tu genitore stai facendo così da poter magari fare qualche partita insieme. No, no, mi riferisco alla scelta che faresti tu di uno sport INDOOR, di quelli che entri asciutto ed esci asciutto e generalmente altro non devi fare che buttare tutto in lavatrice.

    Ma lasciar crescere significa anche permettergli di giocare a calcio.

    Read more

    Share:
    Esperienze

    I bambini e lo sport: l’adulto cosa c’entra?

    sport

    Ho letto qualche giorno fa un articolo sulla Gazzetta della provincia di Reggio Emilia titolato così: “Litigi tra genitori in campo..viene ritirata la squadra” e mi sono accorta di aver spalancato inconsapevolmente gli occhi perchè ancora non mi capacito possano accadere cose di questo tipo, anche nello sport. Soprattutto nello sport.

    “Troppe tensioni tra gli adulti, inutile violenza verbale a bordo e in mezzo al campo. Per questo, l’Asd Bibbiano-San Polo ha preso una decisione di rottura: ritirare la propria squadra da un torneo di calcio dedicato ai bambini.”

    In pratica il dirigente di una squadra di calcio per e di bambini, decide di dare un segnale forte (non ai bimbi eh? Agli adulti!!!!), ritirando la squadra in cui presumibilmente giocano i loro figli dal campionato, per segnalare che probabilmente c’è qualcosa di sbagliato nel modo che alcuni adulti hanno di “tifare” o “supportare” i propri figli.

    Quando un bambino fa sport, quale ruolo deve avere l’adulto???

    Read more

    Share:
    Esperienze

    Cosa vuoi fare da grande? L’attrice

    Sara attrice a teatroC’è una cosa che riconosco dire in modo ricorrente (da anni!!!) a mio marito, ai miei figli, agli amici, ai partenti in generale, una cosa che mi accorgo che man mano che  invecchio  maturo si insinua prepotentemente nella mia testa (e nel mio cuore), quasi da togliermi a tratti il fiato.

    Ed è la risposta ad una domanda che mi solletica da quando sono bambina, da quando mio padre e mio fratello mi dicevano che avrei avuto sicuramente fortuna come interprete di melodrammi (certo, me lo dicevano per altre ben meno nobili motivazioni di una carriera teatrale!!!), ossia:

    Cosa vuoi fare da grande? Ma L’ATTRICE……è ovvio!!!!!

    Read more

    Share:
    Esperienze

    Bloggo perchè

    Bloggare step 1

    Bloggare step 1

    Ciao, sono Sara, ho una qualche decina di anni, tre figli, un marito, un lavoro che mi impegna tutti i giorni, una casa da gestire, una gatta, uno sport che pratico regolarmente, un’attività di teatro che amo fare, la lettura che mi appassiona, sono rappresentante nella sezione della materna che frequenta il mio ultimogenito e finalmente ho aperto (con Monica) un blog.

    Non ne avevo abbastanza? Beh, a ben pensarci …….NO.

    Read more

    Share:
    Esperienze

    Faccio spettacolo perchè….

    Biancaneve e la regina

    Biancaneve e la regina

    Ormai non è un segreto che amo il palcoscenico, dare voce ai personaggi dei cartoni animati, amo cantare, recitare, adoro la cinepresa e quando vedo una telecamera la inseguo perchè possa riprendermi (con buona pace delle mie amiche che invece non sanno dove trovare un albero per nascondersi!!!). Insomma non è un segreto che adoro il mondo dello spettacolo (per approfondire il tema Primo provino cinematograficoIl Pievolo show) e tutto ciò che rappresenta. Del resto qualcuno si deve pur sacrificare ….ma vi assicuro che sono in ottima compagnia!!!!!

    Read more

    Share:

Commenti recenti