CookLab: sbrisolona (a modo mio)

Sbrisolona senza burro Oggi vi presento un dolce tipico della tradizione dell’Italia del Nord, in particolare originario, pare, della città di Mantova, vicino alla quale noi di Ascoltami viviamo: la torta Sbrisolona. E’ un dolce molto caratteristico, duro, si spezza con le mani per dare luogo a pezzi di forme e grandezze differenti, non regolari, che sono proprio la caratteristica tipica di questa torta. La ricetta originaria sembra risalga a prima del 1600, quando si dice che arrivò alla corte dei Gonzaga, anche se nel tempo si è sicuramente arricchita con ingredienti più raffinati e di cui a quei tempi sicuramente si faceva a meno. Ecco che io riprendo l’originalità della ricetta, nel senso temporale della parola, di nuovo snellendola di ingredienti come uova, burro o strutto e zucchero, per darle una natura più povera ma meno ricca di grassi.

Eccovi la mia personale rivisitazione (vegan):

  • 90 gr di farina di mais fioretto
  • 45 gr di farina  integrale
  • 45 gr bianca 0
  • 100 gr di mandorle con pelle ridotte in farina
  • un cucchiaio abbondante di miele di acacia
  • un cucchiaio di malto
  • 80 gr di olio di mais
  • 2/3 gocce di Essenza di rhum
  • 10 mandorle non pelate intere per guarnire

Miscelate in un recipiente (o planetaria) tutte le farine, inclusa la farina delle mandorle che avrete triturato finemente. Aggiungete il miele, il malto, quindi iniziate a mescolare, aggiungendo poco alla volta l’olio e per finire le gocce di essenza di ruhm. Amalgamate tutto insieme ancora per un paio di minuti, quindi versate il composto (che vi apparirà granuloso e sabbioso) in una teglia rettangolare livellando il “briciolame” per stenderlo in modo abbastanza omogeneo. A questo punto inserire le mandorle spingendole leggermente nell’impasto, in modo tale che nella cottura sprofondino un poco.

Impasto sbrisolona
Impasto sbrisolona

Inserite la teglia in forno già caldo a 160° per 35/40 minuti, sorvegliandola. Deve risultare appena dorata in superficie. Servitela fredda, spezzandola con le mani come la classica sbrisolona. Buon appetito!!!!

firma_Sara

Rispondi