Le frasi più irritanti che ripeto da mamma: il mio atto d’accusa!

Quando ero solo figlia e potevo autorizzarmi a criticare il modello educativo genitoriale che mi veniva imposto proposto (insomma contestavo apertamente i miei genitori), ricordo che spesso mi ripetevo che MAI e poi MAI, quando fossi diventata madre a mia volta, avrei detto ai miei figli certe parole. MAI E POI MAI.

C’erano delle frasi, ma anche delle “dritte” per così dire educative, delle rigidità che non comprendevo da parte dei miei genitori, che non avevano senso per me e che non volevo a mia volta riproporre ai miei figli tanto più che avevo intestato una lista nera su un quaderno per non dimenticare quelle parole che più spesso i mie genitori ripetevano e che a me urtavano.

Ovviamente non avevo fatto i conti con la mia maternità e il mio essere mamma. E nemmeno con il fatto che l’essere di mio logorroica ha sicuramente aumentato (purtroppo per i miei figli) le parole che più spesso ripeto loro da mamma, oltre che la frequenza.

Devo ammettere che l’elenco che farò contiene anche quelle che non volevo sentirmi dire e non avrei voluto ripetere, ma la vita a volta è misteriosa come lo sono le sue sfumature (è sufficiente come atto di discolpa? No, eh?):

  • Ragazzi, è ora di alzarsi!!!! DAIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! Al mattino il rito del risveglio è sempre uguale: accendo la luce in camera (cosa che le mie figli odiano!!!), le scuoto non troppo delicatamente, e inizio con un primo “Sveglia!”, per poi ripeterlo almeno altre tre volte (che poi mi stupisco del perché arrivano a fare colazione già irritate!!!) Per completare il quadro potete anche leggere Ricordi di mamma la mia!
  • E’ tardi! Corri!! Durante la giornata è una frase che ripeto spesso e mi accorgo che il tempo è decisamente una variabile “variabile” per le persone. Per quanto mi riguarda è tardi sempre, per i miei figli non lo è mai!
  • Non correre che cadi! Anche questa è una frase che dico spesso, ma che per fortuna diminuisce in frequenza all’aumentare dell’età dei miei figli. Generalmente è abbinata alla frase precedente, quindi diventa chiaramente un paradosso!
  • E’ ora di fare i compiti! Prima il dovere poi il piacere!! Questo me lo diceva sempre mia mamma: tornavo a casa da scuola, pranzavo, un po’ di tv e poi via a fare i compiti perché “prima il dovere e poi il piacere“. E la cosa mi irritava perché avevo già da piccola un certo senso del dovere che nel corso degli anni non ha fatto altro che aumentare. Per cui se mi avesse fatto cincischiare per un po’, forse non mi avrebbe fatto male!
  • La merenda si fa alle 16 per cui se hai fame potevi mangiare di più a pranzo! Questa frase è allucinante e ogni volta che mi esce di bocca mi vorrei fustigare da sola! Ma che senso ha? Lo stomaco non sa leggere l’orologio e certamente i bimbi non sono dromedari che incamerano quantità di cibo per arrivare all’orario di merenda. Se a pranzo non ho molta fame, mangerò quando mi viene, no? NO, perché c’è l’ora della merenda. Che poi la sottoscritta mangia in continuazione durante il giorno, quindi bell’esempio del cavolo che sono!!! Questa frase va cancellata!!! Resettatemi!!!
  • Guarda che inizio a contare fino a 3: 1…2… Ecco, ho sempre detto che non avrei mai contato per temporizzare un’azione dei miei figli, e infatti eccomi qui a farlo! Ho iniziato una volta senza quasi accorgermene e ho creato una sorta di dipendenza, tanto che a volte lo faccio anche con la tredicenne, che onestamente fa ridere non appena arrivo alla parola “contare”!!!
  • Questa casa non è un albergo. Questa frase non mi appartiene da molto tempo, ma solo da quando ho letto il libro intitolato così dello scrittore Pellai e che consiglio ai genitori di figli adolescenti. Però quando inizi ad avere figli in questa età, diciamo che viene spontaneo far loro presente che potrebbero avere un po’ più di considerazione per il luogo in cui dovrebbero vivere e non solo venire a dormire e mangiare!!!
  • Non si mangia sul divano!
  • Quando avrai la tua casa farai quello che vorrai! Frase abbinata alla precedente così come alla richiesta di prendere un cane (anche qui sono profondamente in difetto perché io da piccola il cane lo avevo!!!). Del resto in questo caso la decisione in negativo è da attribuire al 99% al papà…..
  • Stai seduta composta quando mangi! Detta da me che sto sempre seduta con un piede sotto il sedere!!! Ma ho un imprintig su questo, mi è stato ripetuto talmente tante volte, insieme a “tieni giù i gomiti dal tavolo” che è iscritto nel mio software. Anche qui resettatemi!!!

A voi ne vengono in mente di frasi che vi accorgete di ripetere spesso ai vostri figli e che vi risultano odiose al sol pensiero????

 

4 Comments

    1. Può essere in effetti, tanto che in verità a casa mia i miei bimbi mangiano (come me) ad ogni orario…mi convinco del fatto che mangiare poco e spesso sia salutare per il nostro organismo….. 🙂

Rispondi