La scatola dei dolci di Annalisa

2014-10-19-10.05.11Negli anni della scuola primaria c’è l’usanza, peraltro molto apprezzata da parte mia, di festeggiare i compleanni dei bimbi con la classe: ogni bambino ha la possibilità di portare (o far arrivare) qualcosa in aula per la merenda del mattino, da condividere con tutti i propri compagni.

Premesso che a seconda delle maestre le usanze cambiano (se penso alla mia primogenita si era soliti far arrivare la pizza, o le torte, o farle e portarle per essere condivise con la classe; con Annalisa invece le maestre preferiscono che i bimbi portino dei dolcetti da distribuire ai propri compagni durante la ricreazione), ho sempre pensato fosse comunque un buon momento di condivisione e per valorizzare una giornata che per i bimbi è pur sempre una bella giornata da festeggiare!!! Del resto piacerebbe anche a me che ho ben…più anni di loro!!!!!  😉

Ad ogni modo quest’anno io e Annalisa volevamo presentare i dolcetti in modo diverso, quindi non semplicemente dentro un sacchettino, ma eravamo risolute ad immaginare qualcosa di più creativo.

Chiaramente  quando ti poni la domanda: “Ma perchè questa volta non facciamo qualcosa di fatto con le nostre mani per portare i dolcetti in classe?”, il tempo davanti a te non è molto, anzi generalmente la domanda te la poni tipo qualche giorno prima del compleanno (esattamente quando tua figlia, che sta facendo il countdown da circa 6 mesi, ti ricorda che esattamente tra 3 giorni sarà il suo compleanno!!!!).

A quel punto ti si pone davanti una duplice strada decisionale:

1) convincere tua figlia che (anche) per quest’anno conviene non abbandonare le vecchie usanze, magari riciclando (pure!!!)  il sacchettino dell’anno scorso;

oppure

2) complice lo sguardo deluso della donnina che sta già scalando i punti di “mamma mito” faticosamente conquistati ogni qualvolta fai qualcosa di incredibile ai suoi occhi, rimboccarti le maniche e spolverare la fantasia confermandola nell’idea che anche in pochissimi giorni riuscirete a fare il miracolo!!!!

Ebbene quest’anno, dopo essermi spremuta le meningi alla ricerca di qualcosa di semplice-veloce-fattibileperme-ricicloso-conimaterialicheavevoincasa, mi è venuta l’idea di costruire una scatola dei dolcetti. 

Ok, ok, costruire è una parolona: la scatola era già fatta, ma a noi spettava il compito (arduo) di abbellirla per farla diventare degna di ospitare colorati dolcetti!!!

Ho dato ad Annalisa l’incarico di cercare una scatola che le piacesse ed una carta regalo carina: dopo di chè abbiamo attivato la nostra collaborazione.

Mentre io prendevo2014-10-19-10.05.32 le misure della scatola e tagliavo la carta, lei tagliava lo scotch e mi preparava i pezzetti. Dopo nemmeno un’oretta la scatola era ricoperta, internamente ed esternamente, incluso il coperchio.

A quel punto mancava solo qualcosa per impreziosirla, così, in uno dei miei giri a destra e manca a portare e recuperare in giro i figli, ci siamo fermate in una merceria a comprare del nastro in tinta con i colori della scatola per abbellire il coperchio.

E woilà!!!! Non vi sembra una meraviglia???? Annalisa mi ha anche gratificato chiedendomi se il fiocchetto lo avessi comprato già fatto e questo mi ha fatto pensare che ho fatto proprio bene a scartare l’opzione 1!!!!!!!

A volte basta poco, no?

E voi? Avete fatto qualcosa in casa per rendere un’occasione ancora più speciale agli occhi dei vostri cuccioli?

firma_Sara

Rispondi