I nonni: una fonte energetica naturale ed inesauribile

Immagine tratta da Lamenteemeravigliosa.it
Immagine tratta da Lamenteemeravigliosa.it

I questo periodo mi rendo conto che la mia attenzione è particolarmente spostata sul tema della nonnitudine. Probabilmente la primavera anima il mio spirito romantico, o forse sono in una fase più emotiva del solito. Chissà…

Abbiamo già scritto qualche tempo fa un post sull’uomo che diventa nonno, e devo dire che in quella sede siamo state particolarmente ironiche e beffarde simpatiche nei confronti del nonno-maschio. Oggi invece prendo a riferimento l’insieme più grande, la macrofamiglia, i nonni nella loro completezza e nel loro binomio.

Come spesso mi accade, inciampo in articoli che leggo in rete e mi si accendono milioni di lampadine nella testa, che attivano istantaneamente il moltiplicarsi di suggestioni che animano le mie dita, che prendono a tamburellare sulla tastiera. Insomma mi viene da scrivere un post!

E penso a quanto sia determinante nella formazione di un bambino, la presenza o l’assenza dei nonni.

E’ di qualche mese fa un articolo che ho trovato in rete in cui si parlava del ruolo dei nonni nella formazione emotiva dei loro nipoti e mi è piaciuto molto il taglio che ne era stato dato. Cito testualmente alcuni passi che mi hanno più conquistata: “ I nonni sono persone-casa” uniche, intime ed indimenticabili…..I nonni sono i migliori fan dei nipoti e coloro i quali rafforzano di più la loro perseveranza, il loro talento, la loro determinazione ed i loro trionfi. Nessuno come i nonni percepisce così bene l’atteggiamento deciso dei nipoti, le loro canzoni favorite e i loro occhi brillanti impregnati di passione”. 

I nonni non si occupano solo dei nipoti durante le ore-lavoro dei genitori, quando i bimbi sono ammalati, quando la coppia desidera prendersi spazi solo per sè, ma dei propri nipoti si pre-occupano costantemente, instancabilmente, incondizionatamente, spesso con maggiore pazienza di quella che gli stessi genitori hanno nei confronti dei piccoli.

I nonni rappresentano il passato, la storia, le tradizioni, gli usi, i proverbi (vero papà???), la memoria, gli aneddoti, i modi di dire, la lingua dialettale, una generazione così lontana e così affascinante per i nipoti, proprio perchè testimoniata da una persona viva, non un libro astratto e asettico. I nonni narrano, con quella voce profonda, quelle corde attaccate all’anima, in grado di costruire immaginari negli occhi e nel cuore dei bambini che nemmeno un libro illustrato ha la capacità di creare. I nonni sono vita vissuta, sono a loro volta tesoro di storie passate, tramandate, esperienze vere, anche terribilmente strazianti o incredibilmente incoraggianti.

I nonni di oggi sono il ponte tra antichità e modernità nel senso più pieno del termine, perchè sanno tutto quello che il nuovo ha portato (usano cellulari e smarthphone, ti messaggiano con whattsap, usano i tablet, hanno la mail, addirittura qualcuno usa snapchat e non si sa bene per cosa!!!), ma rimangono saldamente ancorati al passato, ti riportano sempre con i piedi per terra e al senso vero delle cose. Sono la coscienza, come i genitori, con la sola differenza che loro sono la coscienza molto permissiva e tollerante nei confronti dei nipoti!!!!!

I nonni sono una specie decisamente…..ingombrante  umiliante   “stimolante” per un genitore, perchè sanno generalmente fare molto più cose dei genitori di oggi, figuriamoci poi dei genitori di domani:

  • sanno cucinare molto meglio e sanno fare più cose fatte in casa (anzi…fanno TUTTO in casa!!!);
  • hanno tutti il pollice verde, perchè non solo hanno l’orto, ma non vedono l’ora di insegnare ai loro nipoti a piantare, seminare, coltivare, attendere la schiusa di un semino con una pazienza… …….innnnnffffffiiiiniiiiiiitaaaaaaaaaa
  • sanno riparare quasi tutto in casa e se ne intendono sia di idraulica, che di elettrica, di falegnameria, di botanica, di meccanica….(vero mamma?)
  • tutte le nonne femmine sanno rammendare e fanno il bucato mille volte meglio di come lo facciamo noi (e non riesco mai a capire quali sortilegi o pozioni magiche, filtri o amuleti usino per far diventare i panni bianchi che più bianchi non si può!!!)
  • Sanno a memoria le poesie di 40 anni fa che avevano imparato alle elementari, i proverbi che gli avevano tramandato i loro nonni,  gli aneddoti, le storie a loro volta ascoltate durante la loro infanzia e alle orecchie di un nipote le trasformano in favole meravigliose
  • conoscono giochi di una volta, melodie, ninna nanne, in grado di avvolgere con la magia momenti di vita con i loro adorati nipoti
  • raccontano pezzi di vita dei genitori dei nipotini (quindi dei loro figli), perchè spessissimo mi capita che  i miei figli mi chiedano episodi della mia infanzia e poi verifichino la veridicità di quando ho detto con i nonni; ma altrettanto spesso i nonni ricordano cose che noi genitori non rammentiamo, e contribuiscono a fornire pezzi di puzzle alle immagini che i bimbi hanno dei loro genitori
  • acconsentono a qualunque richiesta dei loro nipoti, ma mentre i nonni maschi concedono a prescindere, le nonne femmine sono l’equilibrio fatto persona perchè fanno passare la concessione come una cosa meritata
  • hanno gli occhi perennemente innamorati dei loro nipoti: avete mai badato a quella luce oculare accesa quando i nonni guardano i nipoti? Se potessero essere una fonte di energia rinnovabile quegli occhi, saremmo veramente ricchi! Loro vedono cose che noi genitori, forse presi dalla quotidianità e dalla frenesia della vita, non vediamo nemmeno; loro incoraggiano instancabilmente, sono coloro che credono nei nipoti sempre e comunque; stimolano la loro fiducia, la loro naturalezza, il loro essere se stessi sempre e comunque.

Sono felice che i miei figli abbiano la possibilità di vivere i loro nonni, di averli come ulteriore punto di riferimento nella loro vita. Sono felice perchè io questa possibilità non l’ho avuta purtroppo, e devo dire che invidio a volte il rapporto che i miei figli hanno con i loro 4 nonni. Mi sento fortunata perchè ho potuto scegliere di farli stare loro vicini. I nonni sono più di una comodità per i genitori che lavoro, sono una vera e propria fonte inesauribile di gioia e di bontà.

Sì perchè quando ho chiesto alle mie figlie cosa piace loro più di tutto dei nonni la risposta è stata: “Tutto…sono buoni“. E voglio credere che non sia solo per una banale questione di permissivismo…ma sono certa che sia proprio per quella luce degli occhi!!!!!!

firma_Sara

Rispondi