Lasciar crescere significa anche permettere che… giochi a calcio

Diciamocelo: i figli devono crescere e poter fare autonomamente le proprie scelte sportive, seguire il palpito del loro cuore e poco importa quale sport sceglieranno, perchè tanto sarà esattamente l’opposto di quello che desidereresti. E non tanto perchè vorresti che la scelta ricadesse sullo sport che hai fatto tu alla …

Una gita diversa

arrivati al bivaccoMetti 5 bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni (vabbè, facciamo 4 bambini e un ragazzo, non si sa mai che legga 😉 ),

Continua a leggere

L’insostenibile pesantezza della noia

Si metta agli atti che un genitore, quando diventa tale soprattutto nei primi anni di vita dei bimbi, la noia non la prova, e probabilmente dimentica istantaneamente a cosa collegare questo termine perchè non ha il tempo materiale per annoiarsi. Si metta altresì a verbale che la noia è un …

Giugno con il bene che ti voglio

Chi è genitore ha sicuramente presente quale sia il mese dell’anno più temuto, più minaccioso, quello al cui pensiero cadono goccioloni di sudore grandi come noci di cocco. Il mese che ogni genitore vorrebbe cancellare dal calendario, nonostante sancisca definitivamente l’avanzare del periodo estivo, il tepore delle sere passate fuori …

Una casa che parla di figli

Recentemente ho visto il video dei nostri amici Elisa e Luca di Miprendoemiportovia in cui aprivano le porte del loro appartamento per farci entrare a visitare i luoghi e le stanze (oltre che gli oggetti) che più parlano di viaggi. Il video si concludeva chiedendo a noi, che lo stavamo …

La fine di un libro e quella sensazione come di…..

Non riesco a dire esattamente che sensazioni mi lasci addosso la fine di un libro, perchè in realtà le emozioni che provo quando arrivo all’ultima pagina, o anche avvicinandomi alle ultime pagine, sono tante e non riassumibili in un’unica parola. Chiaramente si parla di libri che ti lasciano qualcosa, che …

Non si vive di sole aspettative

Spesso si usa la parola aspettativa, sia come sostantivo che come verbo, nella vita quotidiana come in quella professionale. Mi accorgo che nel lavoro mi capita di chiedere, in fase di selezione o di inizio di un corso di formazione, quali siano le aspettative delle persone che ho di fronte. …