Il cappello del mago

cappello coloratoCome vi ho raccontato qui Damiano ha deciso che per carnevale si vestirà da mago, quindi la prima cosa che ha deciso di costruire è stato il capello, un bel cilindro nero, naturalmente realizzato come sempre utilizzando materiale di recupero: il cartone.

Come abbiamo proceduto?

Intanto abbiamo misurato il testone, per facilitare l’operazione successiva abbiamo usato qualcosa che mantenesse la forma della testa, noi abbiamo usato le strisce delle trecce di pioppo, ma un fil di ferro sottile va benissimo (in quel momento avevo comode quelle e non il filo). Meglio tenerlo un po’ più abbondante, che con le operazioni successive potrebbe restringersi un po’. Con questo abbiamo disegnato la circonferenza della terra sul cartoncino, il compasso non va bene visto che non abbiamo proprio una testa a cerchio perfetto. Ho tagliato il cartoncino tenendo entrambi i pezzi, uno sarà la visiera del cappello e l’altro la parte superiore.Parti del cappello da mago

Con la misura della testa abbiamo misurato la base di un rettangolo, tenendo 4/5 cm in più per sicurezza, l’altezza del rettangolo corrisponderà all’altezza del cappello, noi l’abbiamo tenuto molto alto (poi è più facile e veloce accorciarlo in seguito che tagliarne un altro), il nostro mago è molto importante!! cappello assemblato

Abbiamo arrotolato su se stesso il rettangolo nel senso dell’altezza, da una parte e dall’altra, per poi srotolarlo, in modo da dargli la forma (non so se mi sono spiegata, ma le figure aiutano). Poi lo abbiamo assemblato fissandolo con scotch di carta, controllato che la misura fosse giusta e fissato anche all’interno.

Stessa procedura di sempre per renderlo più resistente: ricoprirlo con i soliti pezzi di volantini con acqua e colla; una volta asciutto dipingere con acrilico nero.interno cappello con giornale

Visto che il cappello così fatto può scivolare, anche perchè noi l’abbiamo fatto molto grande, abbiamo incollato sul bordo interno una striscia di feltro (o di qualsiasi stoffa con un po’ di spessore), così il cappello rimane fermo.

E per finire vi svelo il trucchetto del mago, ma non ditelo a Damiano! Abbiamo tagliato un’altro ovale della stessa misura della base del cappello, l’abbiamo piegato poco più in là della metà nel senso della lunghezza. Poi abbiamo tagliato dei rettangoli di uguale altezza che daranno la profondità del doppio fondo e li abbiamo fissati sulla parete nel fondo del cappello, abbiamo poi fissato l’ovale con del nastro adesivo solo da una parte mentre dalla parte opposta abbiamo messo una linguetta, ecco creato il doppio fondo per i trucchi del mago!! Naturalmente abbiamo pitturato di nero anche l’interno del cappello, così non si capisce che manca un po’ di profondità!

spessori per il doppiofondodoppiofondo

Che ne dite?!? Ecco una modella d’eccezione che lo indossa, vabbè.. per lei è un po’ grande 😉cappello del magoIntanto i lavori continuano, alla prossima!!firma_Monica

One Comment

  1. Pingback: Costumi di Carnevale fai-da-te: le idee delle mamme blogger! | Mamme un caffè

Rispondi