C… come Campeggio!!!!

IMG_20140806_184615

Se un giorno di qualche anno fa mi avessero chiesto di andare in ferie in campeggio, probabilmente avrei lanciato uno dei miei sguardi “assassini” per far capire, in modo sereno e inequivocabile, che una richiesta del genere con me non aveva possibilità di ricevere una risposta.

In campeggio io, disordinata, igienista e claustrofobica? Ma scherziamo??? No, no e poi no!!!!!

E invece, dopo che sono nati i bimbi, devo dire che ho cominciato a rivalutare questa opportunità, soprattutto considerando che ci sono soluzioni differenti da adottare e che non necessariamente sono “obbligata” a chiudermi in un camper/roulotte o in una tenda!!!! Soffoco, soffoco…..

Da tre anni a questa parte abbiamo sperimentato il bungalow e le mobile home!!! Dapprima nel Conero, successivamente in Toscana.

E devo dire che qui ho trovato la mia dimensione. Per non parlare dei bimbi!

Come potete vedere di fatto si tratta di una piccola casetta, su ruote (anche se non si sposta!), dotata di ogni necessità (che per me è sinonimo di bagno e doccia in casa!!!), di un piano cottura, di letti e di tavolo e sedie interni, IMG_20140806_192538-(1)oltre che di una bellissima veranda attrezzata per poter mangiare fuori, sotto una freschissima pineta. A noi piace moltissimo in ferie poter mangiare fuori: è bellissimo!!!

Secondo nella mia piccola esperienza la vita da campeggio offre una sacco di aspetti positivi, soprattutto (ma non solo) per i bimbi:

  • essere immersi nella vegetazione e poter godere ogni giorno della bellezza della natura e dell’incontro con qualche animaletto che ti viene a trovare in veranda
  • poter contare sulla solidarietà dei tuoi “vicini di casa”, con i quali c’è sempre un saluto, uno scambio di sguardi, una parola, un contatto (come nelle serate danzanti organizzate dal campeggio dove ci si trova a ballare con chiunque)
  • permettere ai tuoi figli di rendersi autonomi e di svincolarsi dall’adulto, facendo loro sbrigare piccole commissioni, lasciandoli andare e venire dalla spiaggia o dalla casetta, consentendo loro di girare senza le preoccupazioni che avresti a casa tua, perchè in campeggio non “avverti” la paura nei confronti delle persone che non conosci (strano ma è così!!!!)
  • condividere con i tuoi figli spazi abbastanza piccoli, che per loro significa sentire ancora di più il contatto con il papà e la mamma, anche di notte quando si ha la sensazione di dormire insieme pur se in stanze diverse
  • consentire ai bimbi soprattutto di liberarsi da sovrastrutture sociali, sperimentando concretamente la condivisione e il rispetto di spazi e attrezzature (docce comuni, bagni comuni, area giochi, tono della voce adeguato…), la conoscenza dell’altro, la libertà nel vestirsi o nello stare svestiti tutto il giorno, di rallentare il senso del tempo e di essere sempre in mezzo alle persone, anche di diversa nazionalità

IMG_20140806_194331

 

Basti pensare che i miei bimbi, insieme alle cuginette, dapprima non volevano nemmeno sperimentare le docce pubbliche, mentre in seguito non hanno più voluto fare la doccia in casa! E ogni volta che si attrezzavano in autonomia per andare alle docce commentavano tra di loro: “Speriamo che la nostra doccia sia libera, è bellissimo lavarsi lì!!!!”.

Io devo essere onesta con voi, ho creduto loro sulla parola!!!!! 🙂

 firma_Sara

 

 

4 Comments

  1. Il campeggio è una soluzione fantastica se si hanno bimbi e poi… si scopre che piace anche a noi adulti!
    Se posso darvi un consiglio: provate anche il camper una volta, a noleggio, tanto per provare. Non ve ne pentirete!
    Ciao
    Andrea

    1. Ciao Andrea, grazie del tuo commento!E’ proprio vero, piace anche a noi adulti!Per la proposta camper, magari ci faccio un pensierino, anche se riconosco di avere un limite su questo!!!! Nel caso ti faccio sapere! Tu sei un camperista?

  2. Eh da due, anzi 4 camperisti, come voi c’è solo da imparare, e io vi stimo. Ma permetti che a una neofita della vita da campeggio già la soluzione che ho trovato sia una buona mediazione. Rispetto al discorso ferie, a me piacerebbe vedere il mondo e a meno che non facciano un camper volante, dubito di poter andare in camper proprio dappertutto… Cmq mai dire mai!!!!! 😉

Rispondi