Belle abitudini di Natale

cuoreE’ da un po’ di anni che in casa abbiamo iniziato una tradizione a cui tengo molto.
Mi è sempre piaciuto trafficare e quindi mi piace sempre regalare qualcosa fatto da me, un regalo che ritengo speciale perchè fatto con il cuore, ma da quando ci sono i bimbi ho iniziato anche a preparare qualcosa con loro: i biscotti per i cuginetti. Con mia somma gioia ai cuginetti piacciono un sacco.

Così anche quest’anno ci siamo messi al lavoro!!


Per essere sicuri che durino il più possibile li facciamo sempre all’ultimo momento, quindi la vigilia e la mattina di Natale. Il lavoro ormai è organizzato nei minimi dettagli, io mi occupo dell’impasto che deve riposare in frigo almeno mezz’oretta (la quantità è notevole e se mi “aiutassero” non finiremmo più), poi tutti i bimbi all’opera per stendere, formare e posizionare sulle teglie; per la cottura naturalmente ci pensa mamma 😉
mattarelloLa ricetta è sempre quella, supercollaudata, abbiamo provato anche a variare, ma la più gradita è sempre quella, quindi andiamo sul sicuro.
Ricetta classica della pasta frolla, anche se noi in realtà la moltiplichiamo per 4 :-O :

  • 250g di burro morbido
  • 500g di farina
  • 500gr di zucchero (in realtà ne metto 450g)
  • 2 uova
  • aromi a piacere (vaniglia o limone)

Mescolo il burro, lasciato fuori dal frigo qualche ora prima, con lo zucchero, aggiungo le uova poi tutto il resto, senza dimenticare il classico pizzico di sale, avvolgo in un panno o nella pellicola e metto in frigo almeno mezz’oretta.
forma biscotti

Intanto preparo il tavolo all’arrivo degli unni: libero tutto coprendo il più possibile con tovaglia per evitare farina in ogni dove, poi metto l’asse per stendere la pasta, le teglie ricoperte dalle carte forno (io uso quelle che si lavano) e chiamo i cuochetti.
Quest’anno Caterina ha fatto la protagonista, visto che i maschi avevano altri interessi e si sono visti solo per qualche toccata e fuga, di solito litigavano finchè trovavano un accordo e facevano a turno effetto catena di montaggio. Così Caterina si è potuta sbizzarrire con il suo mattarello: le piace un sacco raccogliere la pasta rimasta per fare un salsicciotto e poi stenderlo e la sua formina preferita è il cuore.
biscottiComunque abbiamo steso la pasta a qualche millimetro di spessore, abbiamo formato i biscotti con le classiche formine e infornato a 180° finchè si sono colorate e abbiamo sentito il profumino…mmmm, che fame!!
Li sforniamo su una gratella in modo che si raffreddino velocemente e li insacchettiamo.
Di solito cerchiamo anche di impacchettarli in modo natalizio..ma quest’anno non abbiamo proprio fatto in tempo, quindi abbiamo usato le buste richiudibili, quelle con le cerniere..il prossimo anno cercheremo di metterci avanti (non si dice così tutti gli anni 😉 )
Così durante la colazione delle feste i cugini penseranno a noi!
Voi avete un rito o una tradizione natalizia che fate con i vostri bimbi??firma_Monica

PS Con i biscotti si possono fare anche dei simpatici sacchettini segnaposto per gli amici dell’ultimo dell’anno; noi l’anno scorso l’abbiamo fatto!! Oppure decorarli con la glassa, gli zuccherini colorati, il cioccolato a gocce, o ancora mettere un pò di polvere di cannella nell’impasto per aromatizzare anche la casa di Natale…insomma si prestano a un sacco si idee!!!!

5 Comments

Rispondi