ANGELI di lana di Natale

2014-12-11-17.28.28Ormai siamo nel pieno fermento natalizio e anche noi, seppur con un leggero ritardo, stiamo preparando nuovi addobbi e originali decorazioni per finestre, alberi, ringhiere e mantegni, tavoli e vasi. Insomma, passato il week-end scorso abbracciati al wc causa virus gastro, ora siamo un tutt’uno con l’atmosfera natalizia!!!!

L’idea del giorno è arrivata stamattina, al termine di una riunione presso un polo scolastico: mentre stavo per uscire mi accorgo di un grande albero di Natale posto all’ingresso della scuola, e i miei occhi cadono su degli angioletti bellissimi, batuffolosi, soffici e al contempo leggeri e simpaticissimi! Chiaramente, proprio per la “febbre da Natale” che ormai mi sta accompagnando, non potevo non soffermarmi a studiare i dettagli del simpatico addobbo, oltre ad informarmi dal mio collega su chi li avesse fatti. Scopro che sono creazioni di una classe delle elementari, pertanto mi carico a mille pensando che allora posso (forse) farcela anche io!!!!

Così, non appena tornata a casa, ho recuperato tutti gli “ingredienti” necessari per la preparazione, ho arruolato le figlie (che pur di non “compitare” si sono lasciate coinvolgere con entusiasmo!) e abbiamo iniziato la preparazione che voglio oggi condividere con voi.2014-12-11-15.43.28

Innanzitutto ho preso una bella matassa di lana bianca (perchè il nostro albero e la nostra casa natalizia sono tutti cromaticamente sui toni del verde, del bianco e dell’argento), ma potete scegliere il colore che preferite per l’abito dell’angelo! Ho determinato l’altezza del nostro angioletto, e ho cominciato ad avvolgere fili e fili di lana attorno al mio tecnologico e sofisticato strumento di misura:……. la mano.

2014-12-11-15.43.43A questo punto, si sfila la matassina dalla mano e ne si “strangola” un’estremità per dare vita alla testa, legando intorno al presunto collo un filo di lana e annodandolo.

Fatto questo, si tagliano i fili all’estremità opposta per poter dare fluidità al corpo dell’angelo.

Prendete quindi della carta bianca e create le ali e le teste dei nostri angioletti:

disegnate la forma delle ali che più vi piacciono e ritagliatene tante quante sono gli angeli che desiderate creare; fate la stessa cosa con le teste, che saranno dei cerchietti regolari.

2014-12-11-15.37.292014-12-11-15.37.102014-12-11-15.44.08

Quindi fate disegnare l’espressione che dovranno avere i vostri angeli ai vostri figli, perchè possano personalizzarli e divertirsi assegnando ad ogni angioletto un sentimento o un’emozione particolare.

A questo punto, occorre solo incollare con la colla vinilica le ali e la faccia ai vostri angioletti e il gioco è fatto.

Non sono carini? Per noi sì, anche perchè hanno saputo riempire con molta originalità il nostro albero e hanno trovato posto anche attaccati ai vetri delle finestre per dare il benvenuto a chiunque passi da casa nostra per un saluto!

 firma_Sara

2 Comments

Rispondi